Tour Portogallo: cosa vedere e quali città visitare

Un viaggio in Portogallo è l’ideale per chi cerca una vacanza economica. Situato sulla parte occidentale della Penisola Iberica, il Portogallo colpisce il visitatore per la varietà dei suoi paesaggi, la storia, la cucina, il cibo e le tradizioni.

Voli Portogallo

Dall’Italia sono numerose le compagnie aeree che volano verso il Portogallo, anche a prezzi piuttosto economici. Ad esempio, prenotando ora per la prima settimana del mese di giugno, il costo dei voli Roma Lisbona supera di poco i cento euro. Una volta raggiunta la Penisola Iberica, noleggiare un’auto vi consentirà di visitare quella parte del Portogallo lontana dall’assalto del turismo di massa e pertanto più autentica.

mappa portogallo

Lisbona, cosa vedere

Una visita merita sicuramente Lisbona, capitale del Portogallo. La città, un susseguirsi di colori vivaci così come vivace è la sua vita notturna, affascina viaggiatori e turisti. Città dal cuore pulsante, dove editoria, finanza, commercio, arte, cultura e turismo fanno di Lisbona una delle città europee più visitate e apprezzate.

Influenzata dalla passata dominazione araba e dall’influenza francese, segnata da un’atmosfera malinconica come le melodie del Fado, Lisbona è stata Capitale della Cultura nel 1994. I quartieri di Bairro Alto, Belem e il Chiado consentono al visitatore di scoprire l’identità vera della città. Da visitare sicuramente:

  • Praca do Rossio
  • quartiere di Bairro Alto
  • Rua Garrett e il caffè A Brasileira
  • rovine della Chiesa del Carmo
  • Monastero de los Jerònimos
  • torre di Belém

Libri da leggere: Requiem di Antonio Tabucchi; Viaggio in Portogallo di José Saramago; Lisbona, quello che il turista deve vedere di Fernando Pessoa; Treno di notte per Lisbona di Pascal Marcier

Spostandosi verso l’entroterra, nella Regione Centrale e dell’Alentejo, troviamo un paesaggio completamente diverso da quello costiero e più simile a quello della Spagna collinare. In quest’area del Paese, è possibile visitare borghi e centri molto pittoreschi, ricchi di fascino e cultura. Tra questi troviamo Lamego che, nota per il Santuario de Nossa Senhora dos Remédios, ospita ogni anno moltissimi visitatori e pellegrini giunti nella città per percorrere la lunga scalinata barocca (ben 686 gradini) situata all’ingresso del Santuario.

Proseguendo verso sud, a circa due ore di macchina, troviamo la cittadina di Sortelha, stupendo borgo medievale situato nelle vicinanze del confine con la Spagna. La cittadina conserva tutt’ora la tipica impronta dei centri urbani medievali: arroccata sull’estremo di una sommità, la rocca è circondata da una cinta muraria in granito a scopo difensivo.

Nella regione dell’Alentejo troviamo invece Evora. La cittadina appare come una fitta rete di piccole vie e stradine, in cui stili architettonici ed epoche storiche diverse si mescolano e soprappongono. Assolutamente da non perdere la possibilità di una visita alla Cappella delle Ossa, costruita nel XVI secolo e costituita da pareti ricoperte di ossa e teschi umani cementati.

Libri da leggere: Una terra chiamata Alentejo di José Saramago