Come organizzare una vacanza per famiglia con bambini?

Consigli in Pillole.

Una cosa è certa: quando si va in vacanza con i bambini è necessario non lasciare nulla al caso. Nell’immaginario collettivo, quando si va in viaggio con i bambini è sempre meglio evitare di visitare luoghi che potrebbero annoiarli o in cui non hanno alcuna possibilità di giocare o divertirsi.

In realtà, i più piccoli possono essere portati in ogni genere di luogo a patto che le visite siano pensate a misura di bambino. Se, ad esempio, si avesse intenzione di organizzare una visita ad un museo, la cosa migliore sarebbe rendere i bambini partecipi della visita, spiegando loro in maniera molto semplice e coinvolgente il motivo della visita. In questo modo, avranno la possibilità di sentirsi parte attiva della visita e, di sicuro, non si annoieranno.

E per quanto riguarda l’alimentazione? Come fare per evitare di dover fare costantemente i conti con gli orari rigidi di pranzo e cena? Per prima cosa, è fondamentale ricordarsi di mettere la sveglia non troppo tardi in modo tale da avere il tempo di fare una buona colazione. Tra l’altro, proprio i bambini amano moltissimo la colazione e proprio in vacanza hanno l’opportunità di scoprire la bellezza di uno dei momenti conviviali più importanti della giornata. In ogni caso, è buona norma fare scorta sia di acqua che di frutta per il classico spuntino di mezza mattina. Inoltre, avendo la frutta a portata di mano si ha anche la possibilità di evitare di compare merendine di vario genere.

L’ideale, poi, sarebbe riuscire a rientrare per l’ora di pranzo. I bambini hanno bisogno di riposo e dopo una mattinata alla scoperta della località di vacanza si meritano un sonnellino ristoratore. Se la mattina è stata dedicata alla conoscenza, il pomeriggio deve essere dedicato, invece, al gioco e allo svago. Qualche ora al parco giochi, un bagno in mare o un semplice giro in bici con mamma e papà: nel pomeriggio i protagonisti assoluti devono essere i piccoli. Nel pomeriggio, poi, non deve assolutamente mancare la merenda che dovrebbe essere a base di yogurt, frutta e latte o, in alternativa, di gelato. Una merenda sostanziosa ma non eccessivamente calorica consentirà ai bambini di arrivare a cena non troppo affamati ma neanche eccessivamente sazi.

Anche in vacanza, poi, è consigliato non andare a dormire troppo tardi. Ovviamente, qualche strappo alla regola non deve fare in alcun modo preoccupare i genitori a patto che non diventi un’abitudine. In sintesi, durante le vacanze le esigenze dei bambini e quelle degli adulti devono andare di pari passo. Il divertimento e la conoscenza, dunque, devono essere a dir poco complementari. In questo modo, i bambini avranno l’opportunità di comprendere l’importanza di conoscere e scoprire nuovi posti. Insomma, viaggiare con i bambini non è affatto faticoso. Il segreto è riuscire a coniugare le esigenze di tutti, senza sacrificare alcunché. Viaggiare con i propri figli è uno dei momenti di crescita familiare più importanti e, proprio per questo motivo, deve essere vissuto in maniera naturale e senza alcun genere di stress, cogliendo tutte le opportunità che la vacanza può offrire sia ai genitori che, soprattutto, ai bambini.

Lo staff di librisulibri.it vi consiglia i seguenti portali per prenotare un viaggio con la vostra famiglia:

  1. https://www.tripadvisor.it/
  2. http://www.booking.com/
  3. http://bb4kids.it/