tempo di libri logo

Tempo di libri. Dal 19 a 23 aprile appuntamento con l’editoria italiana

C’è molta attesa a Milano per la prima edizione di Tempo di libri, la nuova fiera dell’editoria italiana organizzata dall’AIE (Associazione Italiana Editori) e Fiera Milano, tramite la società Fabbrica del Libro.

Dal 29 al 23 aprile, presso il polo fieristico di Rho, saranno numerosi e vari gli appuntamenti con scrittori, editori, biblioteche e riviste.

Così come dichiarato apertamente in un comunicato, Tempo di libri:

Sarà una grande festa, il cui carattere innovativo partirà dal rapporto tra editori, autori e lettori

Il fulcro della manifestazione saranno proprio gli editori, presentati come consulenti del prodotto editoriale. Buona anche la risposta degli autori, che ben volentieri hanno accettato l’invio a partecipare ai numerosi incontri previsti in programma. Protagonisti d’eccezione della fiera saranno poi i lettori.

Un evento che sembra dunque puntare molto sul rapporto lettore-autore, con un occhio rivolto anche al mondo dell’editoria digitale. Attraverso l’iniziativa @cittadinanza digitale, Tempo di libri si propone di analizzare e comprendere le influenze del sempre crescente sviluppo tecnologico sull’editoria e sulle modalità di ricezione e fruizione del prodotto editoriale, dunque sulle modalità di lettura.

Oltre 700 gli appuntamenti in programma e più di 400 espositori

La manifestazione, così come riporta il comunicato di presentazione, è pensata per proporre contenuti aggregabili partendo da qualsiasi tipo di interesse. Tramite una griglia strutturata utilizzando l’alfabeto ogni visitatore potrà costruire il suo personale percorso di visita.

tempo di libri fiera milano

Sono oltre 700 gli appuntamenti in programma, suddivisi in ben 17 sale e un auditorium con una capacità di mille posti a sedere. Oltre 400 gli espositori presenti e moltissimi gli autori. Tra i nomi della letteratura contemporanea nazionale ed internazionale troviamo: Adonis, Simonetta Agnello Hornby, David Almond, Corrado Augias, Brit Bennett, Gianrico Carofiglio, Sveva Casati Modignani, Aidan Chambers, Javier Cercas, Guy Delisle, Tom Drury, Ildefonso Falcones, Marcello Fois, David Grossman, François Jullien, Sophie Kinsella, M.G. Leonard, Carlo Lucarelli, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Valerio Massimo Manfredi, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Edna O’Brien, R.J. Palacio, Patrizia Paterlini-Bréchot, Francesco Piccolo, Roberto Piumini, Massimo Recalcati, Clara Sánchez, Roberto Saviano, Luis Sepúlveda, Walter Siti, Licia Troisi, Andrea Vitali, Irvine Welsh, Abraham Yehoshua.

Biglietti ed orari

I biglietti per l’ingresso alla manifestazione Tempo di Libri possono essere acquistati online collegandosi al sito ufficiale della manifestazione oppure direttamente in fiera.

  • Biglietto intero: € 10,00
  • Biglietto ridotto: € 8,00 (riservato ai visitatori con età superiore ai 65 anni e a gruppi di oltre 25 persone)
  • Ridotto università: € 6,00 (riservato agli studenti universitari previa esibizione del tesserino universitario)
  • Ridotto Junior (ragazzi tra 14 e 18 anni): € 5,00
  • Ridotto Junior (tra 3 e 14 anni): € 2,50
  • Ridotto Famiglie (per famiglie composte da 2 adulti e da due o più bambini/ragazzi): € 20,00
  • Ridotto professionali (insegnanti, bibliotecari, librai, traduttori, docenti universitari, consulenti editoriali: € 5,00
  • Abbonamento valido per 5 giorni: € 25,00
bacio suora prete toscani

Oliviero Toscani, i suoi “magnifici fallimenti” in mostra a Milano

Prosegue fino al 28 aprile la mostra di Oliviero Toscani dal titolo “Più di 50 magnifici fallimenti” presso la Whitelight Art Gallery di Milano.

L’esposizione, curata da Nicolas Ballario, mette in mostra tutta la forza creativa del fotografo milanese attraverso i suoi scatti più celebri, che hanno segnato e rivoluzionato il modo di fare pubblicità.

Classe 1942, figlio del primo fotoreporter del Corriere della Sera, Toscani studia fotografia a Zurigo all’Università delle Belle Arti, la Kunstgewerbeschule, diventando in breve tempo uno dei fotografi più richiesti. Innumerevoli le collaborazioni con i giornali e i marchi di tutto il mondo.


È negli anni ’70 che la scalata verso il successo diviene inarrestabile: dalla campagna per il marchio Jesus che ritraeva il sedere di Donna Jordan, accompagnato dallo slogan “Chi mi ama, mi segua” alla lunga collaborazione con il marchio Benetton. Razzismo, fame, guerra, religione, AIDS, violenza, sesso: questi alcuni dei temi affrontati nelle campagne pubblicitarie targate United Colors of Benetton

Numerose le campagne pubblicitari e firmate da Toscani: reportage fotografici, immagini di cronaca. I suoi scatti hanno rivoluzionato il modo di fare pubblicità; abbandonando il voler mettere in mostra oggetti del desiderio di molti, le sue campagne affrontano temi sociali come il razzismo, la guerra, la pena di morte, l’anoressia. Provocazione? Denuncia? Oppure cronaca?

Ritratti ed immagine che racchiudono tutta la potenza e la forza creativa di questo autore quelli in mostra a Milano. Tra questi il Bacio tra prete e suora del 1991, all’epoca censurato in Italia a seguito delle pressioni del Vaticano. Stessa reazione avvenne nell’ormai lontano 1973, quando l’Osservatore romano si schierò contro lo slogan della campagna Jesus “Non avrai altro jeans all’infuori di me”. A difesa dello slogan si schierò invece Pier Paolo Pasolini in un articolo pubblicato sul Corriere della Sera, chiarendo come questo fosse in realtà segnale della mutazione dei valori.

Ed ancora i Tre cuori White/Black/Yellow del 1996; la campagna No-Anorexia del 2007, che ritraeva la modella Isabelle Caro logorata dall’anoressia. Isabelle Caro morì tre mesi dopo. Campagne, queste, che hanno certamente diviso l’opinione pubblica ma toccato anche le coscienze.

Oliviero Toscani mostra Milano: orari e date

Più di 50 anni di magnifici fallimenti, Whitelight Art Gallery, Via Copernico ang. via Lunigiana, 20125 Milano.

Giorni ed orario di apertura: dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 18,00.