Ingresso Jane Austen Centre

Jane Austen e le meravigliose terme di Bath

Non tutti sanno che la parola ‘Spa’ deriva dal latino ‘Salus per Aquam’ e hail significato di salute attraverso l’acqua. Non a caso, furono proprio si antichi romani a scoprire le proprietà benefiche dei bagni termali e a tramandare e diffondere questa pratica in tutta l’Europa.

Vista la storia non ci stupiamo quando scopriamo che uno dei più seducenti e importanti centri termali di epoca romana sorge a circa 150 chilometri da Londra, a Bath in Inghilterra. Il centro termale di Bath offre al visitatore uno spettacolo unico: immergersi completamente nella storia e nel relax, una vacanza in segno del benessere unica nel suo genere.

Jane Austen nasce nel 1775 a Stevenson, nello Hampshire, dove vi visse fino a quando, all’età di venticinque anni, si trasferì con la famiglia a Bath, città molto in voga all’epoca e conosciuta per le sue acque termali. Gli anni passati a Bath si rivelarono decisivi per la crescita personale ed artistica della scrittrice. È proprio in questa cittadina termale che sono ambientati i romanzi L’Abbazia di Northanger e Persuasione.

L’offerta

Le Thermae Bath Spa ha una vasta gamma di trattamenti, tra tutti il pacchetto Timeless Thermae offre un rituale completo della durata di 4 ore – ideale per chi visita il centro per la prima volta. Il trattamento inizia con una sessione in Spa, fra fanghi, docce emozionale, bagni di vapore, pietre calde e ovviamente bagno rilassante nella piscina panoramica sul tetto del centro, da cui si può osservare Bath da una prospettiva che toglie il respiro, in particolare durante il tramonto. Dopo il percorso Spa termale si può scegliere fra un trattamento personalizzato al viso, un bamboo massage oppure un massaggio aromaterapico. Il trattamento si conclude con un drink analcolico ed un leggero pasto di due portate nel ristorante del centro.

Terme romane di Bath Inghilterra

La storia narra

Le sorgenti termali naturali di Bath furono scoperte dal principe Bladud circa nel 863 a.C. Grazie ad una bagno nel acque, il principe guarì dalla sua malattia della pelle. Da qui Celti, Romani, Sassoni usufruirono delle acque benefiche delle terme naturali, che diventarono il simbolo della città di Bath. Ad oggi le terme mantengono ottime proprietà benefiche per la saluta grazie all’ottimale temperatura delle acque, ovvero 33.5° C.

Le acque del centro contengono minerali e oligoelementi come il solfato, il calcio e il cloruro.

Ovviamente il centro termale è ben conservato ed è stato dichiarato nel 1987 Patrimonio dell’Umanità protetto Dall’UNESCO. Anche in Italia naturalmente troviamo i più belli centri termali e storici. Tutte le regioni offrono centri di una emozionante bellezza in segno del benessere e del relax, dalla Campania alla Puglia, dal Lazio alla Toscana. Soprattutto per quanto riguarda il entro Italia, è possibile trovare molte offerte terme in Toscana.

Tour Portogallo: cosa vedere e quali città visitare

Un viaggio in Portogallo è l’ideale per chi cerca una vacanza economica. Situato sulla parte occidentale della Penisola Iberica, il Portogallo colpisce il visitatore per la varietà dei suoi paesaggi, la storia, la cucina, il cibo e le tradizioni.

Voli Portogallo

Dall’Italia sono numerose le compagnie aeree che volano verso il Portogallo, anche a prezzi piuttosto economici. Ad esempio, prenotando ora per la prima settimana del mese di giugno, il costo dei voli Roma Lisbona supera di poco i cento euro. Una volta raggiunta la Penisola Iberica, noleggiare un’auto vi consentirà di visitare quella parte del Portogallo lontana dall’assalto del turismo di massa e pertanto più autentica.

mappa portogallo

Lisbona, cosa vedere

Una visita merita sicuramente Lisbona, capitale del Portogallo. La città, un susseguirsi di colori vivaci così come vivace è la sua vita notturna, affascina viaggiatori e turisti. Città dal cuore pulsante, dove editoria, finanza, commercio, arte, cultura e turismo fanno di Lisbona una delle città europee più visitate e apprezzate.

Influenzata dalla passata dominazione araba e dall’influenza francese, segnata da un’atmosfera malinconica come le melodie del Fado, Lisbona è stata Capitale della Cultura nel 1994. I quartieri di Bairro Alto, Belem e il Chiado consentono al visitatore di scoprire l’identità vera della città. Da visitare sicuramente:

  • Praca do Rossio
  • quartiere di Bairro Alto
  • Rua Garrett e il caffè A Brasileira
  • rovine della Chiesa del Carmo
  • Monastero de los Jerònimos
  • torre di Belém

Libri da leggere: Requiem di Antonio Tabucchi; Viaggio in Portogallo di José Saramago; Lisbona, quello che il turista deve vedere di Fernando Pessoa; Treno di notte per Lisbona di Pascal Marcier Continue reading “Tour Portogallo: cosa vedere e quali città visitare” »

Copertina libro Vettori

Francesco Vettori: Viaggio in Alamagna

L’autore di “Viaggio in Alemagna” è Francesco Vettori, amico del ben più celebre Niccolò Machiavelli. Il suo è un racconto spensierato, con occhio critico, di una terra meravigliosa come la Germania, raggiunta per uno scopo unicamente politico e scoperta in tutta la sua bellezza, che passa dalle strade più tipiche ai luoghi più famosi.

Si narra la vicenda di un aristocratico e di un grande uomo di cultura pronto ad assumere un ruolo di assoluto rilievo nella politica fiorentina e nel passaggio dalla Repubblica al Principato. Tuttavia Francesco è una persona complicata sotto il punto di vista psicologico: completamente opposto all’amico Machiavelli, libertino e rivoluzionario nel pensiero, la vita di Vettori sembra scorrere al suo fianco, senza toccarlo più di tanto, come nelle pagine del bellissimo Viaggio in Alamagna, che lo porterà ad Innsbruck.

Le voci in questione sono molteplici, non diversi soggetti, bensì una pluralità di generi letterari con i quali Vettori si scontra, spesso evitando il consulto, a mero scopo informativo.

Una prima parte del libro si concentra sulle strade caratterizzanti, sui villaggi attraversati e sulle campagne. Sulle locande frequentate la sera dove può venir fuori tutto l’aspetto intimistico della Germania di allora. Fino all’11 Luglio, giorno in cui Massimiliano I indisse la Dieta con tutti i Principi, a Costanza. Nel capolavoro Vettoriano possiamo ammirare il perfetto mix che si viene a creare tra il viaggio e la letteratura, quando si unisce il diletto all’utile. Senza grandi ragionamenti. Perché lo scrivere di Vettori è spensierato, senza badare troppo al caso. L’esempio è il soggiorno ad Augusta dove, secondo Vettori assiste ad una commedia erotica breve, quasi certamente scritta da egli stesso. E’ una rappresentazione vera e viva della Germania.

Il tutto in una regione magnifica, Alemagna allora, Germania oggi, ricca di natura, storia e civiltà. Ripercorriamo adesso la Germnia dei tempi nostri, soffermandoci sui luoghi visitati da Vettori. Al Sud le regioni di Bade-Wurtennberg, una delle più agiate economicamente parlando, Bayern, la Baviera, meta ambitissima ai tempi nostri con Munchen (Monaco) stella polare di un luogo bellissimo, perfetta simbiosi tra storico e moderno.

Ad Ovest la bellissima Nordhrein-Westfalen, con Colonia in primo piano. Città rivestita di arte gotica con un maestoso Duomo. Poi c’è Dusseldorf che, nel 1811, Napoleone Bonaparte soprannominò “la piccola Parigi”, per finire poi con Bonn, ex Capitale tedesca.
Sempre ad ovest la regione del Saarland e soprattutto Rheinland-Pfalz, dove il nostro Vettori alloggiò. Qui potrete gustarvi Mainz, o Magonza, città cardine del Sacro Romano Impero, Trier, o Treviri, fondata nel 16 A.C. dai romani, passando per l’intera Valle del Reno, dove ci sono numerosissimi castelli e boschi incantati.

Al centro della Germania possiamo trovare Thuringen con Weimer, il cuore verde tedesco. Immensi prati, foreste e anche grande richiamo culturale. Poi c’è Hessen, con Francoforte e molte città medievali.

Ad est, invece, potremo trovare Berlino, capitale della Germania, la regione della Sachsen-Aanhalt, culla del protestantesimo, e Sachsen, meglio nota come Sassonia, formata da Castelli risalenti ai tempi romani ed oltre.

Al Nord troviamo Niedersachsen, piena di luoghi rurali, Bremen (Brema), la più piccola regione, piena di storia, Schlesig-Holstein, dove si potranno ammirare i luoghi più caratteristici della Germania del Nord tra il mare del nord e il mar Baltico.

Il nostro Vettori si è soffermato molto in Tirolo, una regione storica a cavallo delle Alpi che divide tre stati, tra cui la Germania, toccando la Baviera.
Quest’ultima, oggi, è una meta prediletta, in cima a molte liste dei desideri degli amanti del viaggio. Monaco di Baviera è una città meravigliosa: un mix tra storia, cucina e modernità. Augusta, Norimberga, Fussen sono altre tre città bellissime, che meritano di essere nominate, in particolare per la storia dei luoghi citati. Ad Augusta, altra meta di Vettori, inoltre, c’è grande vita notturna, ideale a molti giovani e di grande prospetto. Berchtesgaden è un luogo per gli amanti degli sport estremi e dello sci. Offre, inoltre, paesaggi naturali di grande bellezza, come laghi e montagne innevate. Bellissima anche Bamberg, città medievale, di stampo arcivescovile. Particolare anche Regensburg, con case a mo’ di torri, un fiume che attraversa il centro, piccolo, e una bellissima atmosfera di pace e serenità. Chiudiamo, in grande, con Costanza, luogo di arrivo di Vettori: città prettamente studentesca offre una vista mozzafiato dalla sue colline, ricoperte di fiori e vigneti. Un lago bellissimo ai piedi della città. Gli edifici storici, i castelli e le isole, che la avvolgono, rendono il clima di Costanza surreale. Una città in cui terminare il proprio viaggio.