totò antonio de curtis

L’immortale Totò

Cosa resta di dire di Totò, per gli amici Antonio De Curtis ma, in realtà registrato all’anagrafe con il nome di Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi de Curtis di Bisanzio. Totò è scomparso 50 anni fa nella sua casa a Viale Parioli di Roma all’età di 69 anni.

Fu un personaggio davvero applaudito da tutti, specie dalla critica e dal pubblico femminile, ma fu anche un anima solitaria come solo i grandi comici sanno di essere, ricordato solo nella sua maschera farsesca. Ma costa resta ancora da dire di Totò, dopo che a lui è già stata incoronata una consacrazione artistica e milioni di righe sono state scritte persino dai più celebri studiosi come Umberto eco e artisti come Pasolini?

Antonio De Curtis è figlio illegittimo del Barone Giuseppe De Curtis e di Anna Clemente, nasce a Napoli nel 1898 il 15 febbraio, precisamente nel Rione Sanità in quella casa che oggi è ormai lasciata all’incuria. Fin da piccolo complessato per il suo stato di “figlio di nessuno” perché il papà lo riconoscerà soltanto all’età di 20 anni. Già nel 1913 è sui palcoscenici di Napoli, dove grazie alla maschera del comico e dell’istrione inizia a farsi amare dai compagni e anche i grandi. Il resto della sua angosciata e splendida vita lo conosciamo tutti, dal cinema al personaggio/maschera di Totò.

Anche nella vita privata fece scalpore, dolori e passioni lo segnarono profondamente: il suicidio della prima moglie Liliana Castagnola e la tormentata storia d’amore con Franca Faldini. Ebbe l’onore di fare persino tre funerali, il primo a Roma, il secondo a Napoli e il terzo nel cuore di Spaccanapoli. Ma a 50 anni dalla morte è ancora molto superficiale parlare di uno dei più celebri attori del cinema italiano.

tempo di libri logo

Tempo di libri. Dal 19 a 23 aprile appuntamento con l’editoria italiana

C’è molta attesa a Milano per la prima edizione di Tempo di libri, la nuova fiera dell’editoria italiana organizzata dall’AIE (Associazione Italiana Editori) e Fiera Milano, tramite la società Fabbrica del Libro.

Dal 29 al 23 aprile, presso il polo fieristico di Rho, saranno numerosi e vari gli appuntamenti con scrittori, editori, biblioteche e riviste.

Così come dichiarato apertamente in un comunicato, Tempo di libri:

Sarà una grande festa, il cui carattere innovativo partirà dal rapporto tra editori, autori e lettori

Il fulcro della manifestazione saranno proprio gli editori, presentati come consulenti del prodotto editoriale. Buona anche la risposta degli autori, che ben volentieri hanno accettato l’invio a partecipare ai numerosi incontri previsti in programma. Protagonisti d’eccezione della fiera saranno poi i lettori.

Un evento che sembra dunque puntare molto sul rapporto lettore-autore, con un occhio rivolto anche al mondo dell’editoria digitale. Attraverso l’iniziativa @cittadinanza digitale, Tempo di libri si propone di analizzare e comprendere le influenze del sempre crescente sviluppo tecnologico sull’editoria e sulle modalità di ricezione e fruizione del prodotto editoriale, dunque sulle modalità di lettura.

Oltre 700 gli appuntamenti in programma e più di 400 espositori

La manifestazione, così come riporta il comunicato di presentazione, è pensata per proporre contenuti aggregabili partendo da qualsiasi tipo di interesse. Tramite una griglia strutturata utilizzando l’alfabeto ogni visitatore potrà costruire il suo personale percorso di visita.

tempo di libri fiera milano

Sono oltre 700 gli appuntamenti in programma, suddivisi in ben 17 sale e un auditorium con una capacità di mille posti a sedere. Oltre 400 gli espositori presenti e moltissimi gli autori. Tra i nomi della letteratura contemporanea nazionale ed internazionale troviamo: Adonis, Simonetta Agnello Hornby, David Almond, Corrado Augias, Brit Bennett, Gianrico Carofiglio, Sveva Casati Modignani, Aidan Chambers, Javier Cercas, Guy Delisle, Tom Drury, Ildefonso Falcones, Marcello Fois, David Grossman, François Jullien, Sophie Kinsella, M.G. Leonard, Carlo Lucarelli, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Valerio Massimo Manfredi, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Edna O’Brien, R.J. Palacio, Patrizia Paterlini-Bréchot, Francesco Piccolo, Roberto Piumini, Massimo Recalcati, Clara Sánchez, Roberto Saviano, Luis Sepúlveda, Walter Siti, Licia Troisi, Andrea Vitali, Irvine Welsh, Abraham Yehoshua.

Biglietti ed orari

I biglietti per l’ingresso alla manifestazione Tempo di Libri possono essere acquistati online collegandosi al sito ufficiale della manifestazione oppure direttamente in fiera.

  • Biglietto intero: € 10,00
  • Biglietto ridotto: € 8,00 (riservato ai visitatori con età superiore ai 65 anni e a gruppi di oltre 25 persone)
  • Ridotto università: € 6,00 (riservato agli studenti universitari previa esibizione del tesserino universitario)
  • Ridotto Junior (ragazzi tra 14 e 18 anni): € 5,00
  • Ridotto Junior (tra 3 e 14 anni): € 2,50
  • Ridotto Famiglie (per famiglie composte da 2 adulti e da due o più bambini/ragazzi): € 20,00
  • Ridotto professionali (insegnanti, bibliotecari, librai, traduttori, docenti universitari, consulenti editoriali: € 5,00
  • Abbonamento valido per 5 giorni: € 25,00