La Sicilia di Verga

Ci sono autori che più di altri sentono un legame profondo con la propria terra, e che poi non possono far altro che trasmetterlo con intensità nelle loro opere. Questo è il caso di Giovanni Verga e la sua Sicilia. Una relazione profonda che nonostante la distanza e il bisogno di nuovi orizzonti, non si è mai spezzata. Un rapporto, questo tra autore e la sua terra, che vale la pena comprendere e vivere in prima persona, attraverso un viaggio letterario in cui si andrà alla scoperta degli splendidi posti della Sicilia, raccontati e vissuti da Giovanni Verga. Andiamo allora a scoprire i luoghi siciliani partendo proprio dalla nascita dell’autore, fino a percorre poi a tappe le sue opere.

Catania, dove tutto ha inizio

Il nostro speciale viaggio non poteva che partire da qui, dalla città di Catania, luogo di nascita dello scrittore. Giovanni Verga nasce a Catania il 2 settembre 1840 in una famiglia economicamente benestante. Il padre discende dal ramo di una famiglia nobile, mentre la famiglia della madre appartiene alla buona borghesia catanese. Catania è una città da visitare almeno una volta nella vita, un luogo ricco di storia, arte e tradizioni. Da non perdere il Castello Ursino, il Palazzo degli Elefanti, il teatro Bellini e tanti altri. Soprattutto però, qui a Catania si trova la prima vera tappa di questo tour letterario: La Casa museo Giovanni Verga. Si trova in Via Sant’Anna e mostra gli arredi originali, talmente accurati che è come se lo scrittore vivesse ancora lì. Un’occasione unica per gli amanti della letteratura e una grande opportunità per ritrovarsi in una atmosfera speciale. Qui ci sono i vari ritratti di famiglia, i vestiti, i libri, il letto dove morì e tutti gli altri dettagli, compreso un suo ritratto del 1912.

Uscito dalla casa gli altri luoghi maggiormente legati a Giovanni Verga si trovano a pochissimi chilometri da Catania. Il viaggio ci porta a Aci Trezza, dove ci si imbatte in una serie di barche di legno recanti i simboli e i santi a cui affidarsi tra il mare in tempesta. È proprio qui, verso la fine dell’800 che Giovanni Verga ambientò la triste storia dei Malavoglia e della loro barca, la Provvidenza, protagonista di una delle opere più importanti dello scrittore.
Proseguendo il nostro viaggio arriviamo presso la Casa del Nespolo, in cui abitavano i Toscano, altri protagonisti dei lavori di Giovanni Verga. Subito dopo l’entrata ci si trova davanti al cortile con il nespolo. Questo posto ci riporta completante all’interno del mondo dello scrittore, potendo vedere alcune lettere che Verga scrisse al fratello Pietro e le varie foto in bianco e nero regalate dagli abitanti che parteciparono al film La terra trema, ispirato alle vicende de I Malavoglia.

Vizzini e altri posti speciali

Questo viaggio letterario prosegue ad Aci Castello, dove è possibile visitare il giardino botanico tra le antiche mura dove Verga ambientò la novella Le storie del castello di Trezza. Alcuni non sono d’accordo sul fatto che Verga sia nato realmente a Catania; molti infatti, suffragati da motivi storici ritengono che lo scrittore sia nato invece a Vizzini, nel podere di suo zio. In questo bellissimo posto tra le colline, a circa 60 chilometri da Catania troviamo infatti la Casa della Memoria di Palazzo Trao, dove si possono ammirare altri numerosi cimeli appartenuti allo scrittore, come foto, ritratti e diversi oggetti. Proprio in questo luogo suggestivo, Giovanni Verga ambientò alcuni dei suoi racconti più celebri come Mastro don Gesualdo, Cavalleria rusticana, e Jeli il pastore. Nei pressi di Catania ci sono diversi posti che rimandano alle opere di Verga, che gli appassionanti non potranno non notare. Da non perdere, la bellissima Chiesa di Sant’Agata, in cui Bianca Trao e Mastro Don Gesualdo si sposarono, per non parlare del quartiere della Cunziria, dove si svolge il duello tra Alfio e Turiddu. Infine si può fare un salto in Piazza Santa Teresa, dove vengono rappresentate alcune parti della Cavalleria rusticana. Questi sono solo alcuni luoghi da non perdere per un viaggio letterario unico, che permetterà di immergervi nell’atmosfera della Sicilia di Giovanni Verga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i class=""> <q cite=""> <s> <strike> <strong>